• Michael Botula - Ukulele, voce
  • Giuseppe Cassa - Polistrumentista
  • Fabio Gabbianelli - Contrabbasso
  • Giuseppe Petti - Washboard
Sono stati i più votati dal pubblico dell’edizione 2016, vincendo il contest “Vota il tuo busker preferito” nella categoria invitati e tornano al Ferrara Buskers Festival® con i loro strumenti straordinari e il groove super coinvolgente che li contraddistingue. I “No Funny Stuff”, jug band unica nel suo genere, che riporta nel passato i successi pop-rock moderni, arrangiandoli in chiave retrò, sembrano appena usciti da una strampalata macchina del tempo. I 4 musicisti, 3 italiani e un californiano in abiti vintage, oltre a reinterpretare in stile anni ’20 tanti brani noti al grande pubblico – dai pezzi dei Pink Floyd a quelli di Lady Gaga – suonano bizzarri strumenti ideati e costruiti interamente da loro. Seghe e annaffiatoi, lattine, manici di scopa, assi per lavare i panni, barattoli, pentole, padelle e fischietti diventano materia prima di quella che gli artisti definiscono “musica fatta in casa”. Il risultato è una miscela esplosiva di country blues, ragtime, early swing, bluegrass e skiffle. La band si è formata nel 2014 a Roma, dove Giuseppe Cassa e Michael Botula si sono incontrati per caso in un ascensore rotto, scoprendo la comune passione per la musica. Di qui i concerti tra le strade della città, le partecipazioni ai festival e gli album. Il nuovo disco “When I Grow Up”, appena uscito, è un mix di cover e di brani originali, dove spiccano influenze rock e qualche sonorità elettrica, oltre a quelle acustiche che li caratterizzano. Dopo il successo al Ferrara Buskers Festival® 2016, i No Funny Stuff sono stati protagonisti della trasmissione di Canale 5, Tu si que vales.
Partecipazioni:
  • 2016 - Invitato
  • 2017 - Invitato
3